Il Collettivo WSF a Roma – Ultima tappa de “La poetica del corpo & Il corpo poetico”

locandina

Locandina e nuovo logo opera di Ksenja Laginja

Annunci

Il Collettivo WSF a Castel San Giovanni (PC)

Il Collettivo WSF presso Oratorio Chiesa Maggiore – Piazza Cardinale Agostino Casaroli – Castel San Giovanni (PC) alle ore 19.30, presenta:
Sebastiano A. Patanè Ferro e la sua silloge, Gli angoli (aprono i loro acuti per ingoiarci) – Ed. Smasher 2013

Moderatori della serata
Sebastiano Adernò e Antonella Taravella

http://www.edizionismasher.it/sebastianopataneferro.html

Nasce a Catania nel 1953 sotto l’acquario di febbraio.
Attualmente, sue poesie sono rintracciabili su diversi autorevoli blog tra cui Poetarum Silva, La stanza di Nightingale e Neobar. Nel 2010 la Clepsydra Edizioni di Anila Resuli pubblica “Poesie dell’assenza” in formato E-book. Presente nell’antologia “Fragmenta” del premio Ulteriora Mirari, organizzato e gestito da Enzo Campi e dalla Smasher Edizioni
Gestisce due blog di poesia contemporanea: “Le vie poetiche” e “La casa senza tempo”, oltre ai suoi blog personali quali “La cava della parola” e “Sciaranera” è redattore del sito Words social Forum e fa parte del Collettivo WSF.

La serata proseguirà con un reading del Collettivo WSF, “costola” attiva sul campo del sito Words Social Forum –Centro sociale dell’arte,si è formato a marzo di quest’anno.

Lettura poetica di Sebastiano A. Patanè Ferro – Nino Iacovella – Sebastiano Adernò – Daniela Cattani Rusich e Antonella Taravella
A fine serata il Collettivo WSF ofrirà un buffet.

evento 22 novembre

Collettivo WSF a Crema – Poesia a Strappo

Poesia a Strappo – 14/15 settembre 2013 – Porticato Comunale di Piazza Duomo Crema

collettivowsf.jpg

cc

Nell’ambito dell’evento organizzato dal Circolo Poetico Correnti, il Collettivo WSF torna a Crema per partecipare a “Poesia a strappo”.
Introdotti dal boss del collettivo Taravella Antonella, ci sarà la formazione base, che già è stata ospite all’ArtShot di quest’anno con l’aggiunta di una nuova proposta, il poeta catanese Sebastiano A. Patanè Ferro.
La presenza del Collettivo WSF, sarà suddivisa nelle due giornate poetiche, Sabato 14 e domenica 15 settembre 2013.


Sabato 14 Settembre  Ore   18:00

 Reading dei Poeti  del Collettivo WSF-Centro sociale dell’arte

 Sebastiano Adernò   Andrea Lucheroni    Ksenja Laginja     Sebastiano A. Patanè Ferro

 Introduzione a cura di Antonella Taravella

Domenica 15 settembre ore 11.00/12.00

 

Ore 11:00/12:00              Reading  Dei  Poeti

Fosca Massucco   

ESSERE NEL CORPO VIVO – Roberto Agostini

Se il corpo esiste, come nelle foto artistiche di Batsceba Hardy, Donatella D’Angelo e Josè Lasheras riuniti qui a testimoniare un’idea creativa e il processo di realizzazione, ha anche un interno. E l’immaginazione fotografica può coglierlo, meglio del tratto di disegno o del dipinto.
La foto brucia l’istante come una radiografia e come un’architettura sovrappone i piani, mentre poeticamente dice qualcos’altro rispetto al reale. È il potenziale del corpo, la sua trasparente immanenza, che salga una scala, riposi sul letto o diventi fibra vegetale, come alcune di queste pose suggeriscono e fissano pienamente per l’osservatore.
Questo modo di entrare nel corpo vivo con la percezione, lasciandolo fluttuare, inseguendolo, raddoppiandolo, perfino appendendolo, ha il ritmo del rito, quasi che tutt’e tre gli artisti si fossero posti il problema di ri-sacralizzare quel che la società attuale ha irrimediabilmente banalizzato, quindi reso di serie, intercambiabile, esteriorizzato nel nulla: il corpo della pubblicità femminile o delle modelle.
Qui notiamo anche il corpo maschile, compagno presente in alcuni scatti diventa controparte di una relazione più profonda, eseguita in modo consapevole, politico. Quando è solo il femminile a parlarci, si anima, danza, si duplica, in un moto di potenziamento e ri-posizionamento. Voglio dire che mai il corpo è visto per quel che è. Quindi non può neanche essere usato, e così mi sembra indicato un percorso di non strumentalizzazione: le due fotografe, Donatella e Batsceba, e il fotografo Josè, diventano anche modelli di se stessi per non farsi rapire, quasi trattenendo la propria immagine per una ripulsa della serializzazione meccanica, verso la spiritualizzazione di sé, un sé totale.
Qualcosa succede anche nei colori di Batsceba e nelle penombre di Donatella e Josè: il colore riveste e svela la trama del corpo. La penombra fa risaltare le forme, dialoga con esse. La padronanza tecnica ha un’importanza ragguardevole per l’ottenimento di questi risultati. Lo stesso desiderio di lavorare in modo non convenzionale, attraverso sapienti preparazioni dello scatto e digitalizzazioni, dice che siamo di fronte all’immagine del corpo contemporaneo, ma estratto dal consumo, ricreato e esibito nell’unica forma cui oggi possiamo aderire: il corpo complesso, espressionista, surreale, cubista.
Perciò queste immagini rendono anche omaggio alle avanguardie e allo sguardo significante che introdussero nel secolo scorso e da allora continua a vibrare. Batsceba, Donatella e Josè hanno ripreso questo filo, nel loro richiamo al corpo-dell’arte.
Quanto emerge dalla dialettica di corpo-anima, corpo-ambiente, corpo-spettatore. Sentimento interiore al femminile e (talvolta) al maschile. Provocazione ideale più che sensuale. Promozione di una cultura avvolgente, consapevole.

Roberto Agostini

Batsceba Hardy

Batsceba Hardy

 

Donatella D'Angelo&Josè Lasheras

Donatella D’Angelo&Josè Lasheras

“La poetica del corpo & Il corpo poetico”

Festival delle arti 2013 – Sacca Fisola e Giudecca, Venezia
Venerdì 13, sabato 14, domenica 15 settembre 2013
circolo R. Nardi, Giudecca (VE), Calle dei Spini 432
http://www.circolonardi.it/chisiamo.html

Venerdì 13 – ore 15.00
Inaugurazione mostra fotografica di Donatella D’Angelo/Josè Lasheras e Batsceba Hardy

Domenica 15 – ore 18.30
Reading poetico maschile con la presenza di Paolo Aldrovandi, Andrea Lucheroni,
Sebastiano A. Patanè e Antar Marincola, a conclusione dell’evento.

sito: http://www.festivaldelleartigiudecca.org/wordpress/progetto-la-poetica-del-corpo-il-corpo-poetico/